25.9.2007

Da Fotogrammi del mio tempo:

TINA

Sulla soglia di casa di

campagna di Barce, figura

graziata, bella e mitica,

senza passato nè futuro,

caduta nel laccio di Achille

come Briseide.

Guardarla giovane in quella

vecchia fotografia, guardarla

ora cui la cenere vela le

trecce: è la stessa creatura,

senza tempo!

La vedi sul sagrato dei Cappuccini

novella sposa; sulla coperta

della TOLEMAIDE in rotta verso l'Africa,

al villaggio Giuriati spettatrice

di fantasie di cavalieri arabi

che si perdono in un turbinio di

polvere.

La vedi soprattutto col cuore

in disarmo, con gli occhi

che fugano quando sente

risuonare il nome dei suoi

figli.

Il prossimo fotogramma dal titolo: "Titì Agnello"

 

Telefax: 0932-820060  —  cell.338.8388966 — posta elettronica:  passanitello@giustiziaesfatta.com